Per accedere alla versione PDF
devi essere un utente registrato/abbonato

 

 

MercatAncora

Edicole e farmacie

Cinema

Teatro e concerti

Feste e sagre

ASD Entrèe scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Chicche da leggere di Piero Spotti

Scuola di danza Evri Massa - Acqui Terme e Ovada (AL)

Centro sportivo e arti marziali - Acqui Terme (AL)

Motoclub Acqui Terme  (AL)

Scuola pattinaggio di Castelletto d'Orba

In punta di piedi - Scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Artistica 2000 - Acqui Terme AL

SIR - Servizi Informazione Religiosa

Annunci, offerte lavoro, auto, moto, casa...>>

Le principali Mostre

Home

Ponti prepara la 447ª sagra del polentonePonti. Fervono i preparativi per la “Sagra del Polentone”, una tradizione  che attraversa i secoli, di domenica 5 marzo, organizzata dalla dinamica ed intraprendente Pro Loco di concerto con il Comune, Italia del Bio e Città del Bio. Sarà la 447ª edizione che coinciderà con il 52° anniversario del gemellaggio con la città di Dipignano (CS). E quest’anno la sagra di Ponti inaugura, come da tradizione, la stagione dei polentoni nelle valli Bormida e nella Langa Astigiana: dopo Ponti sarà il 12 marzo polentonissimo Monastero, domenica 23 aprile polentone Bubbio, domenica 14 maggio polentone a Cassinasco e domenica 4 giugno il “grande Polentone non stop” a Roccaverano.

Il programma e quanto mai ricco e innovativo. Si inizia alle ore 8: iscrizione estemporanea di pittura; alle ore 10: apertura “Banco di beneficenza e banchetto dei libri usati”; alle ore 12,30: “Mangiuma e Beivuma” in Pro Loco con ceci e costine.

Dalle ore 14: mercatino prodotti biologici, “Guarda, Prova ed Impara” dell’Associazione “Val di Treu”, spettacolo delle campane con l’Associazione Campanari del Monferrato, sfilata medievale con costumi d’epoca; alle ore 16,30: rievocazione storica dell’incontro tra il Marchese Cristoforo del Carretto e i Calderai. Scodellamento della polenta più antica del Monferrato. Dalle 18,30: “Beivuma ancura ‘na volta”. Aperitivo presso i locali “Chiesa Vecchia” con spettacolo del “Moonfrò” e possibilità di visita alla mostra collettiva pittori contemporanei.

Novità di questa edizione è l’inizio del bio;  mentre la polenta è sempre quella super del mulino Cagnolo di Bistagno, alcuni ingrediente come l’olio, le uova e le cipolle sono tutti prodotti bio.

La sagra si svolgerà anche in caso di maltempo.