Per accedere alla versione PDF
devi essere un utente registrato/abbonato

 

 

MercatAncora

Edicole e farmacie

Cinema

Teatro e concerti

Feste e sagre

ASD Entrèe scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Chicche da leggere di Piero Spotti

Scuola di danza Evri Massa - Acqui Terme e Ovada (AL)

Centro sportivo e arti marziali - Acqui Terme (AL)

Motoclub Acqui Terme  (AL)

Scuola pattinaggio di Castelletto d'Orba

In punta di piedi - Scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Artistica 2000 - Acqui Terme AL

SIR - Servizi Informazione Religiosa

Annunci, offerte lavoro, auto, moto, casa...>>

Le principali Mostre

Home

Terme di AcquiAcqui Terme. Bernardino Bosio ritorna sulla questione lavoratori delle Terme e non solo:

«Egregio Direttore, visto che tornerà di attualità la questione Terme, ormai a mesi dall’atto sarebbe utile da parte dell’azienda un atto di trasparenza, che informasse la città su quali sono gli indirizzi, sempre nel rispetto e insindacabilità della gestione della proprietà privata, le intenzioni per il prossimo futuro su investimenti... sul futuro del Grand Hotel, sul destino dei suoi dipendenti, sul futuro degli operatori termali.

Ritengo però che il Sindaco, affetto da autoglorificazione, nel 2013 paladino, per difendere, 5 dipendenti dell’allora gestione di Thermae, da un corretto trasferimento (alle stesse condizioni) a Cooperativa, al fine di riorganizzare il lavoro; dovrebbe porsi le stesse domande. La sera del Consiglio comunale, lunedì 30 gennaio, ho, riservatamente, fatto alcuni incontri con lavoratori del Grand Hotel Nuove Terme, e di Terme di Acqui, sulla preoccupazione delle maestranze storiche a tempo determinato ed indeterminato, di Terme.

I lavoratori a chiamata si stanno chiedendo quale sarà il loro destino, se il Sindacato, muto per due anni di gestione di "Consorzio Acqui Terme", ha già fatto qualche passo verso l’azienda. Come mai il sindaco Bertero, è stato zitto, lui o qualche componente, di maggioranza, ha avuto qualche beneficio diretto o indiretto? O sarà perché qualche assessore riusciva a fare Terme di mezzanotte con gli onori dovuti? Sempre pronto ad attaccare Terme con Presidente Molina e la gestione Thermae, come mai tace sul fatto, che negli ultimi due anni di stagionali e a chiamata del territorio, nemmeno l’ombra se non in casi eccezionali, e si tratta di oltre 20 posti di lavoro!

Qualche Voucher da 10 € lordo, per 1,5 ore di lavoro, TFR ai fondi da pagare da luglio scorso? Sostituto d’imposta che a novembre non ha pagato la seconda rata mandando in multa alcuni dipendenti? Scrivo per la seconda volta queste cose anche al sindacato, che avrà i suoi motivi per “sbattersene” sia dei lavoratori di serie A (i fissi) e quelli di serie Z (gli oltre 20 esclusi). Alla Finsystems, visto che il Sindaco non può o non vuole, fare osservazioni, dico che, andrebbe fatto, di più, anche sui canoni di locazione richiesti, che salvaguardi, quanto detto prima, ovvero i livelli di qualità (es. la piscina), la scelta di personale locale, i pagamenti puntuali nei confronti di tutti, ecc. Sarebbe buona cosa, in ogni caso, si sapesse che questa mia, a differenza della precedente, è una dichiarazione di guerra, nei confronti di chi, non si comporta correttamente, oltre che, un inizio di impegno civico e sociale molto forte a difesa della città».

***

Bosio, Bertero e... il piano della Finsystems

Acqui Terme. Ci scrive Bernardino Bosio:

«La domanda scritta, fatta dal sottoscritto al Sindaco su chi avesse portato in comune la bozza del Piano Industriale di Terme di Acqui SpA, porta a questo spiacevole fatto. Il sindaco ai giornali, e in commissione consigliare Terme, relativamente alla presentazione di detta Bozza, aveva affermato, con dovizia di particolari, che gli era stato consegnato dai legali della soc. Finsystems di Genova, mia a seguito di mia specifica domanda, ieri, ha dovuto ammettere la bugia... la consegna, come da documento che allego, è stata fatta dall’architetto Marina Bernardi, candidata in consiglio con lo stesso.

Non dico che il piano sia fasullo. Pur essendo un piano vero, dico solo che relativamente alla situazione di incomunicabilità con la proprietà, Bertero, avrebbe fatto meglio ad essere sincero e chiedere la solidarietà di tutti i gruppi consiliari nei confronti di Finsystems. La società che partecipa al 85% Terme di Acqui, oggettivamente non si sta comportando bene nei confronti della città. Pur comprendendo che una società privata ha dei diritti inalienabili sulla proprietà privata, che non intendo sindacare, è preferibile, come richiesto al sindaco, una trasparente verità. Del resto, che il Sindaco si consideri estremamente soddisfatto, per il fatto che la Finsystems, investa in tre anni meno del 10% di quanto avrebbe investito il Dott. Binaghi è estremamente scandaloso».