Per accedere alla versione PDF
devi essere un utente registrato/abbonato

 

 

MercatAncora

Edicole e farmacie

Cinema

Teatro e concerti

Feste e sagre

ASD Entrèe scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Chicche da leggere di Piero Spotti

Scuola di danza Evri Massa - Acqui Terme e Ovada (AL)

Centro sportivo e arti marziali - Acqui Terme (AL)

Motoclub Acqui Terme  (AL)

Scuola pattinaggio di Castelletto d'Orba

In punta di piedi - Scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Artistica 2000 - Acqui Terme AL

SIR - Servizi Informazione Religiosa

Annunci, offerte lavoro, auto, moto, casa...>>

Le principali Mostre

Home

Evacuato un palazzo in Lung’Orba MazziniOvada. Evacuato il palazzo di via Lung’Orba Mazzini al numero civico 95, sabato mattina 21 gennaio, dalle ore 9,30.

Il palazzo di Lung’Orba consta di quattro piani e contiene una ventina di appartamenti (alcuni sono vuoti) ed un piano terra adibito a negozi, momentaneamente vuoto.

I Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti sul luogo (il palazzo sorge più o meno a metà della via, sul marciapiede di destra in direzione di piazza Castello) hanno così evacuato circa una ventina di persone abitanti nel palazzo, per precauzione, in attesa di sopralluoghi e di accertamenti del caso.

A chiamare i Vigili del Fuoco dalla loro sede di via Voltri, un inquilino, A. B., abitante al primo piano del palazzo, che aveva avvertito colpi e scricchiolii provenienti dal piano terra.

Sul posto sono intervenuti immediatamente anche gli agenti della Polizia Municipale, coordinati dal Comandante dott.ssa Laura Parodi.

La via è stata così transennata ed il transito veicolare interrotto da piazza XX settembre (nessun veicolo poteva proseguire verso piazza Castello) fino all’incrocio con via Sligge.

Sul posto in mattinata sono intervenuti, tra gli altri, anche i Carabinieri della stazione di Ovada. Presenti, tra gli altri, il sindaco Paolo Lantero, il vicesindaco Giacomo Pastorino, gli assessori ai Lavori Pubblici Sergio Capello ed all’Urbanistica Grazia Dipalma.

Le Forze dell’ordine hanno aiutato gli abitanti del palazzo interessato dal problema statico a portare con sé indumenti ed altro. Per alcuni si è trovato posto all’Ostello del Geirino, con cui si sono presi i primi contatti; altri si sono sistemati presso parenti o amici.

Questo nuovo blocco stradale ha seguito quello tuttora esistente in via Gramsci (limitato da un senso unico alternato con semaforo ed inibito ai camion ed ai mezzi pesanti per una voragine apertasi a novembre sopra il piazzale Sperico), causando un disagio evidente per la circolazione in entrata ed in uscita dalla città.

E’ stata quindi ufficializzata la richiesta di verifica statica dell'edificio di via Lung'Orba da parte dei Vigili del Fuoco mentre il Comune ha emesso un’ordinanza di sgombero. Inoltre Palazzo Delfino ha incarico l’ing. Pier Giuseppe Boccaccio di occuparsi delle opportune verifiche.

Sulla stessa via da domenica in funzione un semaforo per permettere la circolazione a senso unico alternato, almeno per la parte coinvolta direttamente dalle operazioni dei tecnici - fino al termine dei lavori.

Al centro dell’attenzione dei tecnici e dei pompieri i locali sfitti situati al piano terreno del palazzo, di fianco al portone di ingresso.

Da lì potrebbero essere pervenuti i rumori che hanno poi causato l'evacuazione dell’edificio.

Red. Ov.