Per accedere alla versione PDF
devi essere un utente registrato/abbonato

 

 

MercatAncora

Edicole e farmacie

Cinema

Teatro e concerti

Feste e sagre

ASD Entrèe scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Chicche da leggere di Piero Spotti

Scuola di danza Evri Massa - Acqui Terme e Ovada (AL)

Centro sportivo e arti marziali - Acqui Terme (AL)

Motoclub Acqui Terme  (AL)

Scuola pattinaggio di Castelletto d'Orba

In punta di piedi - Scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Artistica 2000 - Acqui Terme AL

SIR - Servizi Informazione Religiosa

Annunci, offerte lavoro, auto, moto, casa...>>

Le principali Mostre

Home

Alberi ecologiciAcqui Terme. Si è conclusa la quinta edizione del concorso “Vota l’albero ecologico più bello”. Un evento natalizio organizzato dall’Assessorato all’Ecologia e rivolto alle scuole dell’infanzia e della primaria presenti sul territorio comunale. Per la prima volta quest’anno, per garantire maggiore equità tra le varie fasce di età, il concorso è stato suddiviso in due sezioni: una per la scuola dell’infanzia e una per la primaria.

L’impegno dei bambini della città, come sempre è stato al massimo. Insieme alle proprie insegnanti, tutti hanno dato sfogo alla propria fantasia realizzando piccoli veri capolavori premiati con molti voti dagli acquesi e dai numerosi turisti ospiti della città durante le festività natalizie. La premiazione è avvenuta nella mattinata di mercoledì 11 gennaio.

Per quanto riguarda la scuola primaria, a vincere il primo premio, consistente in un computer è stato l’albero n. 11 realizzato dalle classi 5ª dell’istituto comprensivo 1. Un computer di ultima generazione che i ragazzi, insieme ai propri insegnanti e alla dirigente scolastica Silvia Miraglia, hanno deciso di donare ad una scuola terremotata del centro Italia. L’annuncio è stato dato proprio durante la premiazione suscitando un lungo applauso da parte di tutti i presenti e anche un attimo di commozione. «Abbiamo deciso di fare, noi alunni delle quinte, una rinuncia personale per acquistare del materiale di facile consumo che sarà raccolto a scuola e inviato insieme al premio» hanno spiegato i ragazzi e l’augurio è che questo gesto possa diventare di esempio per gli altri coetanei. Sempre per quanto riguarda la scuola primaria, il secondo premio, una document camera, è stato vinto dall’albero n.14 realizzato dalle classi 4ª dell’IC1, il terzo invece, dall’albero 4 realizzato dai ragazzi dell’Istituto Santo Spirito. In questo caso il premio era una stampante laser. Il quarto posto se l’è aggiudicato l’albero numero 8 realizzato dai ragazzi della terza elementare dell’IC2, il quinto l’albero numero 2 della scuola elementare Fanciulli, il sesto dall’albero numero 3 realizzato dalle terze elementari dell’IC1 e il settimo dall’albero numero 10 delle prime elementari dell’IC1.

 

Albero ecologico

 

Per quanto riguarda poi la scuola dell’infanzia, il primo premio, consistente in un televisore 43 pollici, è stato assegnato all’albero numero 9 realizzato dai bambini dell’Aldo Moro dell’IC2, il secondo premio all’albero numero 7 dei piccoli del Moiso, il terzo all’albero numero 6 dei bambini dell’IC1 Saracco e il quarto all’albero numero 1 realizzato dai bimbi della scuola materna di via Nizza. Infine, il quinto posto, è stato assegnato all’albero numero 13 realizzato dai bambini della scuola materna di via Savonarola. Sono stati classificati a pari merito gli alberi n 12, 15, 16 e 17, realizzati rispettivamente dalle classi 4ª dell’IC2, classi 2ª dell’IC1 e classi 2ª e 5ª dell’IC2.

«Ritengo che lo spirito di questo concorso sia quello di sensibilizzare sempre di più le nuove generazioni verso il mondo del riciclo - ha detto l’assessore Guido Ghiazza - allo stesso tempo è possibile riscoprire gesti e tradizioni che possono favorire l’armonia e l’incontro all’interno degli istituti scolastici e delle famiglie. Infine, secondo me un aspetto da non sottovalutare e che in un periodo di crisi, dove gli acquisti sono improntati al risparmio, è necessario aguzzare l’ingegno e nello stesso tempo fare un favore all’ambiente puntando al recupero, piuttosto che all’usa e getta».

Gi. Gal.

premio premio scuola primaria primo premio scuola dell'infazia