Per accedere alla versione PDF
devi essere un utente registrato/abbonato

 

 

MercatAncora

Edicole e farmacie

Cinema

Teatro e concerti

Feste e sagre

ASD Entrèe scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Chicche da leggere di Piero Spotti

Scuola di danza Evri Massa - Acqui Terme e Ovada (AL)

Centro sportivo e arti marziali - Acqui Terme (AL)

Motoclub Acqui Terme  (AL)

Scuola pattinaggio di Castelletto d'Orba

In punta di piedi - Scuola di danza - Acqui Terme (AL)

Artistica 2000 - Acqui Terme AL

SIR - Servizi Informazione Religiosa

Annunci, offerte lavoro, auto, moto, casa...>>

Le principali Mostre

Home

opera di Renza Laura SciuttoCarcare. Sabato 3 dicembre, presso lo studio “Problem Solving” di via Garibaldi, 99 a Carcare, verrà inaugurata alle ore 17,30 la mostra di ceramiche “Natura InForme” di Renza Laura Sciutto.

La mostra, che durerà fino al 6 gennaio 2017, sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12,30 e dalle ore 15 alle 18,30, sabato su appuntamento al numero 019.511496.

Di seguito alcuni spunti critici della dott.sa Silvia Bredice, curatrice della mostra.

«…Il processo conoscitivo ha sviluppato nell'artista una grande curiosità e una vera passione per i microrganismi che vivono sul terreno e in specchi d'acqua dolce di cui ha colto la perfezione delle linee e delle strutture geometriche. L'artista riproduce in modo fantastico, ingigantendo tali strutture disvelando così al visitatore delle sue mostre, come attraverso un caleidoscopio, policromie e forme insolite, altrimenti non conoscibili.

Ma la contemplazione della natura non è quella illusoria auspicata da Rousseau nel progetto educativo per Emilio, allontanato dalla società che potrebbe corromperlo nella sua bontà innata, bensì è consapevole dell'intervento degradante dell'uomo, dell'inquinamento e dei problemi ambientali. Ciò si evince nelle opere esposte nella mostra intitolata “Mutazioni” (maggio 2016) dove l'artista denuncia il pericolo dello sconvolgimento dell'ecosistema provocato dai rifiuti abbandonati e non riciclati. L'inquinamento ambientale può determinare mutazioni genetiche del regno animale e vegetale: microrganismi quali la vorticella o il flagello di un urceolus potrebbero aumentare notevolmente le dimensioni ed essere costituiti di filamenti metallici, trasformati da una natura in rivolta.

Questa visione apocalittica viene bonificata da una fiducia ottimistica nella Natura che tende sì a rivoltarsi, ma anche a riequilibrarsi integrando e rielaborando i residui e gli scarti delle lavorazioni dell'uomo. Ciò si esprime soprattutto nella produzione di vasi ed anfore “panciute” dalla rotondità perfetta interrotta da spuntoni, vecchi ferri arrugginiti, pezzi metallici, abbandonati sul terreno che vengono inglobati dall'argilla ricostruendo un'armonia diversamente persa.

A quanti si apprestano ad osservare le opere di Renza Laura Sciutto suggerirei questo percorso: dalla godibilità di una oggettistica di cui l'approccio ludico dell'artista con la ceramica è evidente, così come la maestria nella tecnica a colombino e del Raku, ad opere che rivelano le criticità ambientalistiche ed ecologiste dei nostri anni, fino a quelle rassicuranti dove Natura superando l'antitesi tra Hybris e Dike, afferma quest'ultima».